Percorsi Formativi 24 cfu - FAQ

Si comunica che, in base alla nota ministeriale MIUR  (Prot. 35108 del 13_12_2017_ulteriori_chiarimenti_MIUR), SONO ammessi al PF24 UNICAM anche gli studenti iscritti ad un Dottorato presso un altro Ateneo

 

DOMANDE FREQUENTI

  1. STAMPA DOMANDA DI IMMATRICOLAZIONE - La  stampa non è perfettamente conforme al Percorso Formativo 24 CFU e riporta solo il primo titolo inserito
  2. DEFINIZIONE STUDENTE ISCRITTO UNICAM - Studente iscritto a un corso di laurea triennale o magistrale o scuola di specializzazione o dottorato alla data di pubblicazione dell'avviso 
  3. ISCRITTO UNICAM - Esente dal pagamento di tutti i contributi previsti
  4. Quali sono i requisiti per l’accesso al Concorso Nazionale FIT? I requisiti sono due: 1) possesso dei requisiti richiesti dai Decreti per l’accesso alle classi di concorso per l’insegnamento nelle istituzioni di istruzione secondaria di primo e secondo grado (D.P.R. 19/2016 e D.M. 259/2017); 2) possesso di 24 CFU conseguiti in almeno 3 dei 4 ambiti contemplati dal D.M. 616/2017.
  5. Come posso verificare se sono in possesso dei requisiti di accesso alle classi di concorso? Gli Uffici didattici e amministrativi di Ateneo non rispondono a questioni inerenti le procedure concorsuali o la definizione o l’accesso alle classi di concorso per l’accesso all’insegnamento. Si rimanda alla normativa vigente in materia (D.M. 19/2016 e D.M.259/2017).

  6. Ho conseguito diversi CFU nei SSD indicati dal DM 616/2017, tali CFU mi saranno sicuramente riconosciuti ai fini del PF24? No, il Comitato di Gestione  valuta la coerenza con gli obiettivi formativi indicati nell’allegato A e con i contenuti dell’allegato B del DM 616/2017.

  7. Sto frequentando un master di primo o secondo livello, posso iscrivermi al corso dei 24 CFU da voi proposto o è incompatibile? Sì, se il regolamento dello specifico master non lo esclude.

  8. ATTESTAZIONI RILASCIATE DA ALTRI ATENEI – INDICAZIONI

    Nel prendere atto che non tutti gli interessati possono produrre l’attestato di cui trattasi in tempo utile, e fermo restando che le Istituzioni universitarie sono tenute a rilasciare la certificazione dei 24 CFU anche sulla base delle attestazioni di altre istituzioni ove il candidato ha conseguito i CFU utili, potrà essere presentata in alternativa all’attestato, entro la suddetta scadenza improrogabile del 13 gennaio 2018, la seguente documentazione: -  un’autocertificazione contenente gli esami di cui si è richiesto il riconoscimento (con indicato il SSD), i CFU conseguiti e la votazione riportata, allegando il programma di ciascun esame;

           All'autocertificazione di cui sopra, in base alla situazione specifica,va allegata:

             -  documentazione comprovante il diniego del rilascio dell’attestato da parte dell’Ateneo a cui si è rivolto;  nel caso di diniego comunicato per le vie brevi, dichiarazione sostitutiva di

            atto di notorietà con cui potrà essere dichiarata tale circostanza;

            oppure:

            -dichiarazione  che si è in attesa che l'Ateneo presso il quale è stato conseguito l'esame da valutare rilasci la documentazione

            Le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive prodotte saranno sottoposte a controlli a campione.

            Si precisa che la procedura di cui trattasi (AUTOCERTIFICAZIONE IN LUOGO DELL’ATTESTAZIONE DELL’ATENEO) non è conforme alle indicazioni fornite dal MIUR con la nota                              29999/2017 e che pertanto questa Amministrazione non si assume alcuna responsabilità in ordine alla validità della certificazione finale dei 24 CFU per la parte derivante                                      dall’autocertificazione prodotta.