CORSO DI PERFEZIONAMENTO SULLA MANIFATTURA E SULLA CONSERVAZIONE DEI MATERIALI CARTACEI

Corso di  AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

   in

 

MANIFATTURA E CONSERVAZIONE DEI MATERIALI CARTACEI

 

Anno accademico 2015/2016

 

PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI

Il corso si rivolge a coloro che vogliono acquisire solide conoscenze teoriche e pratiche e formare o riqualificare operatori nel settore della gestione e nel restauro di raccolte storiche manoscritte e a stampa antiche capaci di utilizzare metodologie e strumentazioni innovative.

Il corso favorisce la riscoperta degli antichi mestieri come opportunità lavorativa per i giovani che vogliano avviarsi ad un lavoro sempre più utile e al tempo stesso creativo, ma è anche rivolto al recupero e riscoperta dell’identità della cultura territoriale marchigiana. L’offerta formativa risulta  completa in quanto vengono coinvolte differenti discipline che concorrono nella formazione di una figura di imprenditore nel campo dell’artigianato particolarmente interessante in un territorio con questa specifica vocazione culturale storica, artistica.

Al termine degli studi verrà raggiunta: una formazione scientifica, storica e culturale di base; una buona conoscenza dei materiali naturali e artificiali e delle tecniche artistiche; la capacità di documentare e di rappresentare in modo chiaro i manufatti, le loro caratteristiche e il loro stato di conservazione; la capacità di analizzare i processi di alterazione e di degrado; la conoscenza delle tecnologie e delle metodologie di indagine diagnostica, di controllo e di monitoraggio; una conoscenza teorica e pratica delle modalità di conservazione dei manufatti storici, di utilizzo di materiali innovativi nel restauro; la capacità di lavorare in collaborazione con le diverse figure professionali coinvolte nella gestione e nella conservazione dei beni culturali; sarà possibile: lavorare presso musei, collezioni, archivi, laboratori e imprese di restauro a seguire progetti di conservazione preventiva (attività di documentazione, catalogazione, monitoraggio, analisi del degrado, trasporto, ecc.).

Crediti formativi universitari 20 CFU

Il corso prevede l’assegnazione di 20 CFU Alla conclusione del Corso verrà rilasciato, dopo il superamento dell’esame finale, dall’Università degli Studi di Camerino, l’attestato di CORSO DI PERFEZIONAMENTO UNIVERSITARIO SULLA MANIFATTURA  E SULLA CONSERVAZIONE DEI MATERIALI CARTACEI con l’indicazione dei crediti maturati o in alternativa  un attestato di frequenza ai sensi del D.P.R 162/1982 (artt . 16 e 17).

Data di inizio e fine                     18 aprile 2016- 30 Giugno 2016

Obiettivi generali e Territoriali

Il corso si rivolge a coloro che vogliono acquisire solide conoscenze teoriche e pratiche e formare o riqualificare operatori nel settore della gestione e nel restauro di raccolte storiche manoscritte e a stampa antiche capaci di utilizzare metodologie e strumentazioni innovative.

Destinatari

Numero massimo di partecipanti 50

I destinatari del Corso sono tutti coloro che lavorano nelle Biblioteche , negli Archivi o in enti ed organismi preposti all’analisi, gestione, coordinamento di istituti bibliotecari, archivistici e nei centri di documentazione.

Il Corso prepara anche coloro che, pur non appartenendovi ancora, desiderino inserirsi in tale ambito professionale.

Possono partecipare al Corso coloro che sono in possesso di diploma di scuola superiore, di laurea triennale, o laurea specialistica o magistrale, , con particolare attenzione per i laureati in “Tecnologie e Diagnostica per la Conservazione ed il Restauro”.

QUOTE DI ISCRIZONE:

a)      Quota intera € 600,00;

b)      Quota ridotta per portatori di handicap € 400,00;

 

ISCRIZIONI

La domanda d’iscrizione, da redigere su apposito modulo allegato al presente bando, dovrà pervenire a mezzo fax al numero 0737/402099.

La quota iscrizione dovrà essere versata sul conto della Banca delle Marche, cod. IBAN: IT20 L060 5568 8300 0000 0008 285, intestato all’Università degli Studi di Camerino. Nella causale riportare il titolo del corso. Il saldo del corso deve avvenire entro il 13 Aprile 2016.

In caso di rinuncia al Corso, dopo la data del ‘Termine presentazione domanda’ descritta nel presente bando, non è previsto alcun rimborso di quanto versato.

 

Domanda di ammissione:

i candidati devono inviare la seguente documentazione  che dovrà pervenire entro il 13 Aprile  2016:

a) copia  dei titoli posseduti (diploma scuola superiore o altro)

b) curriculum vitae con recapito telefonico e indirizzo di posta elettronica

c) modulo di iscrizione

Le domande pervenute oltre il termine suddetto non saranno prese in considerazione.

 

SVOLGIMENTO E DIDATTICA

Le lezioni avranno inizio il 18 aprile 2016 e termineranno il 30 giugno 2016. Si svolgeranno per una durata complessiva di circa 5 settimane secondo un calendario che potrà essere richiesto dopo il 21 marzo (scrivere a graziella.roselli@unicam.it). Gli orari saranno  lunedì ore 15.00-19.00, martedì, mercoledì e giovedì: 9.00-13.00 e 15.00-19.00, venerdi 9.00-13.00.

 

Le lezioni verranno svolte , a Fabriano e a Camerino, presso l’Università (verranno inoltre organizzate attività e visite didattiche nell’area maceratese-picena). 

Quota di iscrizione

Il costo del  Corso è di Euro 600 da versare entro il 13 aprile  2016.

 

Modalità di Iscrizione:

Coloro che saranno ammessi al Corso devono compilare la domanda di iscrizione sul sito http://www.unicam.it/laureati/formazione/perfezionamento.asp fornendo tutti i dati richiesti. Per ragioni organizzative si consiglia di inviare copia della domanda per conoscenza a graziella.roselli@unicam.it e in cc a  giuseppe.digirolami@unicam.it

Per informazioni :

www.unicam.it/corsoperfezionamentocarta

graziella.roselli@unicam.it,           cell. 366 2486092

giuseppe.digirolami@unicam.it  Tel.. +39 3403200353 

 

OBIETTIVI FORMATIVI

Il percorso d’istruzione avrà la durata di tre mesi con un ulteriore mese di stage presso l’azienda di manifattura artigianale della carta di Sandro Tiberi a Fabriano e si può articolare su cinque settori :

1.Conoscenze chimico-fisiche dei materiali cartacei 

                           La carta

  • Storia della carta
  • Produzione ed evoluzione nella fabbricazione della carta
  • I materiali costituenti

La cellulosa

  • Altri materiali presenti all’interno della carta
  • Caratteristiche Fisiche  e tecnologiche della carta

 Il degrado dl materiale cartaceo

  • Idrolisi
  • Ossidazione
  • Biodeterioramento

2.Manifattura della Carta (storica e attuale) 

  • STORIA DELLA CARTA: Dalle origini ai giorni nostri
  • LE MATERIE PRIME: Le cellulose, Differenze tra cellulose di conifere e latifoglie, Il cotone fiocco e linters, Altri materiali fibrosi, Le cariche, Fibre sensibilizzate, Metilcellulose, Colle di massa, Colle di superficie, Flocculanti, Colori
  • LA RAFFINAZIONE: Taglio e raffinazione delle fibre, Effetti della raffinazione sul prodotto finale, La pila a magli, Il pulper, Raffinatore olandese, Raffinatore a disco, Raffinatore conico
  • LA PREPARAZIONE DELL’IMPASTO: Controlli preliminari, Utilizzo del pulper, Norme di sicurezza nell’utilizzo del raffinatore “olandese”, Controllo del grado di raffinazione e del taglio, Corretto utilizzo dei prodotti e delle cariche, Corretto utilizzo dei colori
  • IL MODULO DI LAVORAZIONE: i componenti in legno, le tele, la cucitura, la rifinitura, i fili d’acqua, il cascio, la manutenzione, moduli moderni
  • I FELTRI E LORO UTILIZZO: I tessuti naturali, I tessuti sintetici, La pressatura, L’asciugamento all’aria, Tecniche di texturizzazione delle superfici, Le matrici in gomma, Realizzazione dei disegni a rilievo
  • LA POSTAZIONE DI LAVORO: Il tino, La schiena d’asino, Il carrello porta feltri, La pressa, Lo stenditoio, Il cilindro essiccatore, Innovazioni nella metodologia di lavoro, dal 1200 al futuro.
  • LA FABBRICAZIONE DEL FOGLIO DI CARTA: La tecnica di lavorazione, Le differenze di lavorazione in relazione alle varie tipologie di carta ed agli impasti, La ponitura del foglio, La pressatura dei fogli ed il loro distacco dai feltri, La finitura, Lisciatura, Scelta ed allestimento
  • LE VARIE TIPOLOGIE DI CARTA E IL LORO UTILIZZO: Differenze tra le “veline” e le “vergate”, Le grammature, I formati, Le superfici, Il PH, Le carte di sicurezza, Le carte per artisti, Acquerello, Acqueforti, Olio, Disegno, Carte con texture particolari, Le carte per corrispondenza, I formati postali, Le partecipazioni, Le carte per editoria, Diplomi ed attestati, Le carte per decupage e cartonage
  • TECNICHE ARTISTICHE: (la carta a mano come linguaggio artistico, I rilievi, Carte texturizzate, Doppio effetto
  • LA FILIGRANA: Filigrana in chiaro,Filigrana in chiaroscuro,Filigrana artistica.

3.Diagnostica ed Analisi del Degrado 

Analisi dei fattori interni ed esterni di degrado, tecniche diagnostiche strumentali chimico-fisico per l’analisi del degrado. Identificazione ed analisi dei prodotti di degrado e dei biodeteriogeni e delle condizioni ambientali di degrado, studio e caratterizzazione del foxing e studio delle alterazioni cromatiche per azione di micro-organismi deteriogeni, uso di atmosfere modificate su organismi che degradano i beni librari.

Tecniche analitiche applicate ai materiali cartacei:

  • Microscopia a scansione elettronica ambientale ed analisi in microsonda a dispersione di energia (SEM-EDS)
  • Microscopia digitale in luce bianca ed UV riflessa
  • Gascromatografia accoppiata alla spettrometria di massa (GC-MS)
  • Spettrofotometria di  Fluorescenza a raggi X (XRF)
  • Spettrofotometria infrarossa in riflettanza totale attenuata (FTIR-ATR)
  • Spettroscopia Raman
  • Termogravimetria (TGA)
  • Analisi Termica Differenziale (DSC)
  • La risonanza Magnetica Nucleare
  • Principi e uso dell’NMR per la diagnostica dei materiali cartacei.
  • La risonanza Magnetica allo stato solido. Analisi dei materiali cartacei con la RMN allo stato solido
  • La risonanza magnetica a basso campo.
  • I tempi di rilassamento. Analisi dei materiali cartacei con la rilassometria
  • La rilassometria portatile
  • Analisi dei materiali cartacei con la rilassometria portatile
  • Utilizzo di tecniche bio-analitiche come mezzo di  indagine per la rilevazione ed identificazione di proteine nella matrice cartacea:
  • Tecniche di estrazione di proteine
  • Cromatografia liquida  ad alte prestazioni
  • Elettroforesi su gel di poliacrilammide
  • Analisi della sequenza aminoacidica tramite degradazione di Edman.
  • Uso della carta nelle stampe e gestione del colore
    •  caratterizzazione della carta in base alla riflettanza spettrale
    • le caratteristiche ottiche e fisiche della carta come parte integrante del Color
    • Management in stampa
  • Esame in riflettanza spettrale di stampe e manoscritti
    • riflettanza spettrale strumentale ed imagin
    • estrazione di immagini latenti
    • analisi alle componenti principali
    • identificazione di inchiostri e pigmenti
    • sessione pratica di diagnostica

 

4.Restauro dei Materiali Cartacei 

                                                “Trattamenti di pulitura ad umido di supporti cartacei mediante gel rigidi di agar e di gellano ”

Teoria

  •  Introduzione alla materia: dall’atomo al polimero
  • La Chimica della cellulosa
  •  L’Acqua e il processo di interazione acqua-cellulosa
  • Trattamenti di pulitura a umido
  • Un esempio di gel rigido: il Gellano
  • Metodi di pulitura con gel rigidi di Agar e di Gellano:
    • Composizione, struttura chimica e proprietà
    • Preparazione dei gel e applicazione
    • Meccanismo di interazione gel-manufatti cartacei
    • Confronto tra lavaggio in acqua per immersione e applicazione di gel rigidi
    • Valutazione analitica degli effetti della pulitura sui materiali e proprietà della carta

Dimostrazione pratica

  • Introduzione alla parte pratica con alcuni casi di studio presentati mediante programma power             point
  • Osservazione di alcuni manufatti cartacei
  • Valutazione dell’idrofilia di esempi di manufatti cartacei
  • Misura del pH di superficie dei supporti cartacei
  •  Test di stabilità dei media grafici
  • Preparazione del gel di Agar e di Gellano alle concentrazioni idonee
  • Applicazione dei gel rigidi per il trattamento di pulitura
  • Osservazione dei risultati ottenuti

 “La deacidificazione dei manufatti cartacei”

Teoria

  •  La Chimica della cellulosa
  •  Brevi cenni sul concetto di acido-base e misura del pH
  • L’acidità dei manufatti cartacei e processi di ossidazione della cellulosa
  • Trattamenti di deacidificazione e riduzione della cellulosa
  •  Illustrazione di alcuni casi di studio

Dimostrazione pratica

  • Valutazione dell’idrofilia di esempi di manufatti cartacei
  • Misura del pH di superficie dei supporti cartacei
  • Test di stabilità dei media grafici
  • Applicazione di agenti deacidificanti in forma gelificata

5.Monitoraggio e conservazione preventiva nelle biblioteche e negli archivi 

  Monitoraggio ambientale

  • Qualità dell'aria, definizione e composizione
  • Gli inquinanti negli ambienti confinati con particolare riferimento alle polveri sottili
  • Strumenti di misura degli inquinanti ambientali di tipo tradizionale ed innovativi
  • Sistemi di acquisizione, di registrazione e di elaborazione dei dati
  • Strategie per l'utilizzo dei sistemi di misura in vari ambienti
  • Analisi costi/benefici del controllo della qualità dell'aria
  • Prospettive di sviluppo con nuove tecnologie di controllo in tempo reale e sistemi di previsione del degrado.

 Utilizzo di etichette passive a radiofrequenza RFID

  • Catalogazione delle opere nelle biblioteche: importanza e complessità
  • Le RFID: cosa sono, come si utilizzano e come si programmano
  • Le RFID per la catalogazione, identificazione e ricerca senza contatto dei libri
  • Controllo e gestione del parco libri
  • Sviluppi futuri e biblioteche interattive

Stage finale presso il  Laboratorio di Manifattura della Carta di Sandro Tiberi a Fabriano e Restauro di alcuni manufatti cartacei antichi 

Per lo svolgimento del laboratorio di restauro gli studenti saranno ospitati gratuitamente presso la foresteria del comune di Camporotondo del Fiastrone